Home » “Estate INPSieme”: trascorri una vacanza studio all’estero

“Estate INPSieme”: trascorri una vacanza studio all’estero

È stato pubblicato il BANDO DI CONCORSO 2023 “ESTATE INPSIEME” per svolgere una vacanza studio all’estero.

A chi è rivolto

Il bando è rivolto agli studenti iscritti nell’anno scolastico 2022/2023 alla scuola secondaria di secondo grado che siano figli (o orfani ed equiparati) dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali,  dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici e degli iscritti alla Gestione Fondo Postelegrafonici.

Gli studenti non devono aver compiuto 20 anni alla data di scadenza del bando. Il limite di età è elevato ad anni 23 per gli studenti disabili. 

In cosa consiste

Il bando prevede l’assegnazione di contributi per soggiorni studio all’estero e vacanze tematiche in Italia. La vacanza studio deve essere svolta durante la stagione estiva 2023, nei mesi di giugno, luglio e agosto, con rientro entro il 3 settembre 2023. 

La formazione all’estero

Il soggiorno all’estero è previsto in Paesi europei ed extra europei, presso college, campus e strutture riservate a studenti, ed è finalizzato allo studio di una lingua straniera. 

Il corso di lingua straniera, che sia la lingua ufficiale del luogo o altra lingua europea, deve essere tenuto da una scuola riconosciuta e frequentato obbligatoriamente per almeno 15 ore settimanale. Il test finale il deve attestare la valutazione ottenuta in voti o giudizi e l’eventuale livello di conoscenza della lingua acquisito.

Tipologia di contributo

L’Inps riconosce un contributo a totale o parziale copertura del costo di un unico pacchetto riferito ad un soggiorno studio estivo all’estero. 

La vacanza studio deve essere organizzata da un unico fornitore e copre:

  • le spese di alloggio presso College, campus e strutture riservate a studenti; 
  • le spese di viaggio internazionale, di andata e ritorno, e di trasferimento dall’aeroporto di arrivo al luogo di destinazione; 
  • le spese di vitto durante tutto il soggiorno; 
  • il corso di lingua straniera per tutta la durata del soggiorno; 
  • le coperture assicurative obbligatorie (annullamento e infortuni). 

Come funziona

La graduatoria finale darà priorità assoluta agli orfani e agli studenti disabili e in possesso di certificazione attestante bisogni educativi speciali o disturbi specifici dell’apprendimento. Successivamente, i potenziali beneficiari verranno graduati per ordine decrescente sulla base della somma algebrica tra:

–  la media matematica dei voti conseguiti a Giugno nell’anno scolastico 2021/2022 o, in caso di studenti che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2021/2022 l’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado (la III media), il voto finale conseguito all’esame;                                                      
–  il punteggio corrispondente alla classe di indicatore ISEE relativo al nucleo familiare.    

I vincitori riceveranno entro il 9 giugno 2023 il pagamento di un acconto, pari al 50% dell’importo del contributo (in base alla fascia ISEE di appartenenza), mentre il restante 50% sarà ottenuto entro il 25 ottobre 2023.

Come partecipare

Chi vuole partecipare deve rivolgersi a un’agenzia specializzata nella formazione all’estero, che operi nel settore turistico (meglio se specializzata nella formazione all’estero e non solo nell’organizzazione logistica del viaggio).

Una volta scelta la migliore proposta di studio, il genitore del richiedente deve trasmettere la domanda non oltre le ore 12,00 del giorno 27 marzo 2023.                                                                                                                                                           
                                                                       

Maggiori info su: www.inps.it

Follow:
Seguici su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *